Emergenza Corona Virus: i provvedimenti per le aziende e i dipendenti

Emergenza Corona Virus: i provvedimenti per le aziende e i dipendenti

Gentilissimi,

con il susseguirsi dell’emergenza Covid – 19 (Corona Virus), e della particolare velocità di diffusione dell’epidemia, il Governo italiano sta adottando misure straordinarie finalizzate a contrastare e tentare di contenere, non solo gli effetti strettamente connessi alla salute e sicurezza dei cittadini, ma anche alla salvaguardia del sistema produttivo ed economico del paese. Ho cercato di offrire una panoramica della normativa di riferimento, inserendo anche un elenco dei quesiti più frequenti.

Ovviamente lo studio resta a disposizione per una consulenza dettagliata.

 

Le regole valide su tutto il territorio nazionale

A partire dal 12 marzo 2020 e fino al 25 marzo 2020 sono sospese tutte le attività commerciali al dettaglio, fatta eccezione per:  

  • Ipermercati
  • Supermercati
  • Discount di alimentari
  • Minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimentari vari
  • Commercio al dettaglio di prodotti surgelati
  • Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici
  • Commercio al dettaglio di prodotti alimentari, bevande e tabacco in esercizi specializzati (codici ateco: 47.2)
  • Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati Commercio al dettaglio apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (ICT) in esercizi specializzati (codice ateco: 47.4)
  • Commercio al dettaglio di ferramenta, vernici, vetro piano e materiale elettrico e termoidraulico Commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari Commercio al dettaglio di articoli per l'illuminazione Commercio al dettaglio di giornali, riviste e periodici Farmacie Commercio al dettaglio in altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica
  • Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati
  • Commercio al dettaglio di articoli di profumeria, prodotti per toletta e per l'igiene personale
  • Commercio al dettaglio di piccoli animali domestici
  • Commercio al dettaglio di materiale per ottica e fotografia
  • Commercio al dettaglio di saponi, detersivi, prodotti per la lucidatura e affini
  • Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet
  • Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato per televisione
  • Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto per corrispondenza, radio, telefono
  • Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici

 

Sono sospese le attività inerenti i servizi alla persona (fra cui parrucchieri, barbieri, estetisti) fatta eccezione per:

  • Lavanderia e pulitura di articoli tessili e pelliccia
  • Attività delle lavanderie industriali
  • Altre lavanderie, tintorie
  • Servizi di pompe funebri e attività connesse

 

Restano aperti i servizi essenziali quali:

  • Farmacie
  • Parafarmacie
  • Uffici Bancari
  • Uffici Postali

  

Le risposte alle domande più frequenti

1.

Registratore telematico

 

In questo periodo di chiusura forzata degli esercizi, occorre effettuare qualche operazione con i nuovi registratori telematici?

 

La situazione particolare può rientrate nella casistica indicata nell’allegato con le specifiche tecniche del RT in cui si dice che “Nel caso di interruzione dell’attività per chiusura settimanale, chiusura domenicale, ferie, chiusura per eventi eccezionali, attività stagionale o qualsiasi altra ipotesi di interruzione della trasmissione (non causata da malfunzionamenti tecnici dell’apparecchio), il Registratore Telematico, alla prima trasmissione successiva ovvero all’ultima trasmissione utile, provvede all’elaborazione e all’invio di un unico file contenente la totalità dei dati (ad importo zero) relativi al periodo di interruzione, per i quali l’esercente non ha effettuato l’operazione di chiusura giornaliera”.

Pertanto, non sono necessari adempimenti o comportamenti particolari in seguito all’adozione del RT. Si ricorda che gran parte dei RT dispongono di automatismi che producono automaticamente la trasmissione “assenza di dati”, mentre altri forniscono un alert segnalando all’operatore che tale operazione deve essere compiuta, con modalità proprie per ciascun RT.

 

2.

Attività produzione pizza

 

Le attività di produzione pizza da asporto possono rimanere aperte?

 

Tutti gli esercizi di ristorazione possono tenere aperta la cucina ed effettuare ESCLUSIVAMENTE consegne a domicilio.

Nessuna apertura al pubblico.

Infatti nel DPCM del 11 marzo si legge: “resta consentita la sola attività di ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto”.

 

3.

Attività artigiane

 

Attività di artigiano riparatore con negozio/laboratorio aperto al pubblico può rimanere aperto?

 

I negozi devono rimanere chiusi, il DPCM fa riferimento alle attività commerciali.

Essendo il laboratorio aperto al pubblico, a parere di chi scrive dovrebbe rimanere chiuso.

 

4.

Centri di fisioterapia

 

I centri di fisioterapia possono rimanere aperti?

 

Teoricamente i servizi sanitari e attività similari continuano, ma secondo le indicazioni fornite sul sito del Ministero con riferimento al decreto del 9 marzo, tutti gli operatori devono avere la mascherina e non deve esserci nessun cliente in attesa oltre a quello che sta eseguendo il trattamento.

 

5.

Imprese di pulizie

 

Le imprese che effettuano pulizie possono continuare a rimanere aperte?

 

Certamente, tali attività potranno rimanere aperte rispettando le misure di scurezza previste. Inoltre nel DPCM è esplicitamente riportato che devono essere incentivate le operazioni di sanificazione dei luoghi di lavoro.

 

6.

Commercio all’ingrosso materiali edili/meccanici

 

Le ditte di commercio all’ingrosso per materiali che servono alla produzione edile e meccanica possono rimanere aperte?

 

Le ditte di commercio all’ingrosso possono rimanere aperte.

 

7.

Artigiano produttore pasta fresca

 

Sono un artigiano che produce pasta fresca all’uovo con annesso un piccolo negozio di vendita al dettaglio. Sono costretto a chiudere?

 

Assolutamente no.

I negozi alimentari al dettaglio possono continuare a rimanere aperti.

 

8.

Negozio multi attività

 

Il negozio che gestisco esercita al contempo più attività: vendita alimentari per bambini, prodotti igienico sanitari, abbigliamento per bambini. Come devo comportarmi?

 

Il suo negozio potrà rimanere aperto esclusivamente per la vendita dei prodotti alimentari e igienico sanitari. L’unica attività da “separare” e tenere chiusa è il reparto abbigliamento.

 

9.

Chiusura spontanea negozio

 

Le attività che possono, in base al DPCM, continuare a rimanere aperte, ma decidono comunque di chiudere, possono farlo?

 

Certamente. Essendo però una chiusura non obbligatoria, bisognerà verificare con il Comune se vi siano o meno segnalazioni/procedure da attuare.

 

10.

Commercio online

 

Il commercio online può proseguire l’attività?

 

Certamente. I commerci online, di ogni genere, possono continuare ad esercitare l’attività.

 

11.

Autocarrozzerie ed imprese edili

 

Possono continuare a svolgere l’attività le imprese edili e le autocarrozzerie?

 

Certamente. È consentito lo svolgimento dell’attività mantenendo le distanze di sicurezza ed evitando assembramenti.

 

12.

Fabbri, elettricisti, idraulici

 

Gli artigiani possono lavorare prendendo tutte le precauzioni del caso, ovvero mascherine, tute e guanti, mantenendo le distanze di sicurezza e svolgendo esclusivamente interventi urgenti ed improcrastinabili. Per quanto riguarda i negozi al dettaglio possono stare aperti ferramenta, vernici, vetro piano e materiale elettrico e termoidraulico

 

13.

Portieri

 

Svolgo l’attività di portierato in un condominio. Posso continuare?

 

L’attività di portierato non rientra nelle attività di commercio. L’invito è sicuramente quello di ridurre tutte le attività non essenziali, ma non è un obbligo.

 

14.

Mobili

 

Posso effettuare la consegna della merce già venduta?

 

Certamente.

 

15.

Cartoleria giocattoli tabaccheria

 

Una cartoleria giocattoli tabaccheria può rimanere aperta?

 

Potrà continuare a tenere aperta l’attività. È consigliabile tenere separata e chiusa l’attività di vendita di giocattoli e cartoleria.

 

16.

Assistenza anziani non autosufficienti

 

Posso andare ad assistere i miei cari anziani non autosufficienti?

 

Sì. Ricordate però che gli anziani sono le persone più vulnerabili e quindi cercate di proteggerli il più possibile dai contatti.

 

17.

Attività motoria

 

E’ consentito fare attività motoria all’aperto?

 

Lo sport e le attività motorie svolte negli spazi aperti sono ammessi nel rispetto della distanza interpersonale di un metro. In ogni caso bisogna evitare assembramenti.

 

18.

Animali domestici

 

Posso uscire con il cane?

 

Sì, per la gestione quotidiana delle sue esigenze fisiologiche e controlli veterinari.

 

19.

Studi dentistici

 

Come da informazioni del Ministero già fornite nei giorni scorsi, possono continuare ad operare a condizione che siano indossate le mascherine e ridotti gli appuntamenti ai casi urgenti. Vietato avere clienti in attesa, uno per volta.

Venerdì, 13 Marzo 2020 11:42

Utilizziamo i cookie per rendere migliore la tua esperienza sul nostro sito.